giovedì 14 febbraio 2008

Ronaldo...un'agonia infinita

Il Milan pareggia il recupero contro il Livorno, 1 a 1. Ma a tenere banco è il grave infortunio di Ronaldo, proprio nell'azione che ha visto i rossoneri guadagnarsi il rigore per il pareggio.Il fenomeno appena entrato è subito uscito, ma in lacrime, con i tifosi del Milan in ansia vedendo scene già viste in passato, anche se con maglie diverse.L'attaccante è volato a Parigi dove il professor Gerard Saillant gli ricostrirà il tendine rotuleo: "Sarà operato stasera o domani da Eric Rolland, il mio successore al Pitie-Salpetriere. Io lo aiuterò", ha confermato Saillant, che nel 2000 fece l'intervento al ginocchio destro di Ronie, per lo stesso infortunio. "Considerando la sua età e il fatto che ha otto anni in più rispetto al primo infortuno è difficile dire quando potrà tornare a giocare".Il primo pronostico sui tempi di recupero, dopo un infortunio simile, va dai nove ai dodici mesi, però dopo tutti questi infortuni il giocatore potrebbe anche scegliere la via del ritiro a soli 33 anni.Carriera sfortunata quella di Ronaldo, ricca di infortuni, il più grave sicuramente quello nel 2000 all'Olimpico, in quei tempi vestiva la maglia dell'Inter.Berlusconi:"Ronaldo teme per la sua carriera. L'ho invitato a credere in sé stesso: ha grandi potenzialità fisiche. Oggi va ad operarsi, a 31 anni è ancora molto giovane, penso possa ritornare dopo qualche mese di recupero il campione che conosciamo, questo è l'augurio mio e di tutti gli sportivi". Moratti:''Spero che si rimetta in fretta, ma è chiaro che in questi momenti si possa parlare di carriera a rischio. Però in lui c'è una forza d'animo notevole e un fisico forte. Inoltre i medici lo conoscono e lui conosce già questa strada, quindi dovrebbe essere facilitato''.Galliani:"Ronie ha un problema al tendine rotuleo (la diagnosi ufficiale dirà poi rottura,). Non è lo stesso ginocchio che si ruppe in passato, ma è un infortunio grave". E ancora: "In campo e nello spogliatoio si respirava un clima amaro: gli infortuni, soprattutto quelli gravi, a un campione come Ronaldo, vederlo piangere, segnano coloro che sono in campo e i dirigenti. E' una cosa che ti prova".http://www.youtube.com/watch?v=hoq4EAWt8cA

Nessun commento: