lunedì 21 gennaio 2008

Sfida all'ultimo minuto

Si e decisa sola nell'ultimo minuto Inter Parma, con un gol del solito Ibrahimovic dopo tante contestazioni.Nerazzurri partono male e si fanno schiacciare dalla manovra del Parma, ma dopo tante occasione dei gialloblu a passare in vantaggio è l'Inter con il terzo gol consecutivo di Cambiasso al 30'.Brutto primo tempo della squadra di Mancini molto disattenta; tenta la conclusione anche Maniche partito titolare ma senza successo.Pareggio meritato del Parma al 40' di Cigarini su assist di Reginaldo con la difesa nerazzurra tra le nuvole che lasciano al brasiliano la possibilità di fare quelle che vuole.Si conclude in pareggio la prima parte della gara.Al 70' Gasbarroni con una stupenda punizione in posizione defilata sorprende Julio Cesar non in grandissima serata ed e 2 a 1. Gol annullato a Cambiasso al 75' in posizione di fuorigioco.La svolta all' 85', presunto fallo di mano di Couto (successivamente espulso) in area e rigore per l'Inter messo a segno da Zlatan.Parma molto polemico con l'arbitro per non aver concesso un rigore sul fallo di Cordoba su Corradi nel primo tempo.In pieno recupero il 3 a 2 dello svedese su cross delizioso di Cruz con il Parma in 9 (Dessena fuori dal campo per infortunio).Espulso Di Carlo nel finale per proteste, ritorno in campo negli ultimi minuti di Vieira.Mancini festeggia con una vittoria la sua 200esima panchina con l'Inter, vedendosi arrivare addosso Ibrahimovic dopo l'esultanza del gol che ha deciso la partita scaraventandolo per terra. http://www.youtube.com/watch?v=JdNGrGmlK9M

2 commenti:

Alberto Di Vita ha detto...

Ma di cosa stiamo parlando? Quale follia collettiva? O forse dobbiamo parlare di campagna mediatica appositamente studiata per danneggiare la squadra nerazzurra? Oggi la Gazzetta dello Sport titola “Favori all’Inter” senza dimenticare un punto interrogativo inspiegato: all’interno, scritto in grande, si indicano nove partite, probabilmente, condizionate pro-Inter. Tutto sembra giustificare le proteste di romanisti e juventini (i milanisti sono meno evidenti perché a Udine l’arbitro li ha aiutati parecchio, ma è meglio non dirlo forte).
Cominciamo con le analisi.
Livorno-Inter, si indica un fallo di Burdisso su Diamanti, quando è molto più grave il doppio intervento Galante-Adriano o Pavan-Ibra: pari.
Roma-Inter. Ci sono due rigori dubbi su Ibra e c’è un nettissimo rigore su Figo, fallo di Tonetto, non assegnato.
Reggina-Inter. Due fuorigioco clamorosamente inesistenti ai danni di Cruz e Suazo lanciati, da soli, verso la porta. Aronica, già ammonito, a gioco fermo spintona Figo facendolo cadere a terra: graziato.
Palermo-Inter. Due dubbi su interventi nella ripresa su Ibra e Cruz, mentre Simplicio sarebbe da espulsione dopo almeno tre gravi falli (due ad azzoppare Stankovic e Dacourt)
Juventus-Inter: rigore per la Juve, ma dimentichiamo il fallo di Chiellini su Ibra ed una partita molto maschia della Juve, con Nedved che azzoppa Figo, Chiellini con due falli da dietro impuniti, Nocerino ammonito al 4° fallo cattivo e LeGrottaglie graziato dopo 2 minuti, fallo da dietro su Cruz. Il goal della Juve sembra essere viziato da un fallo di Iaquinta su Chivu.
Inter-Atalanta: squadra bergamasca che impronta la partita con continui falli, tutti in genere molto brutti, esempio primo è il fallo di Manfredini su Suazo “graziato” solo con un giallo. Due i rigori dubbi pro-Inter non segnalati.
Inter-Lazio: criticare fallo di Stendardo (che si disinteressa della palla) su Burdisso è pura follia, visto che somiglia tantissimo al fallo di Cordoba su Corradi… uniformità no, eh? C’è anche un altro episodio dubbio, ma non tanto: fallo di Zauri su Jimenez in area di rigore. Non assegnato.
Inter-Torino: nettissimo il fallo di Comotto, che travolge Ibra… perché metterlo in discussione? E ci sono altri due rigori netti per l’Inter, non assegnati: Cambiasso e Cruz, su cui si conta almeno un altro intervento molto dubbio.
Cagliari-Inter. Crespo atterrato in area del Cagliari mentre si era ancora sullo 0-0. Rigore dubbio ma non assegnato comunque.
Inter-Milan, è vero che FORSE Cambiasso tocca con la mano il piede di Kakà, ma è VERO che Oddo dà un calcione in piena area a Cruz: a farla buona, possiamo dire pari, no?
Rimangono Empoli-Inter, Siena-Inter e Inter-Parma, ma si può discutere solo sul fallo di Cordoba su Saudati e sul “possibile” fallo di Pelè su Locatelli, mentre a Parma si azzerano i presunti torti, visto che il fallo di Materazzi da cui scaturisce il 2-1 è puramente inventato da un tuffo di Corradi. Che poi nessuno si sforzi di vedere il braccio troppo alto di Couto, la mano che si muove, il movimento scomposto del calciatore (che non ha protestato minimamente: ed è stato l’unico. Conterà qualcosa?), quello è secondario: perché l’importante è sparare sull’Inter, sempre e comunque. D'altra parte, immaginiamoci se quel rigore non fosse stato assegnato; o pensiamo cosa sarebbe capitato a parti invertite (l'errore qui non è sudditanza?), o se al posto dell'Inter ci fosse stato il Milan: cosa sarebbe accaduto? A parti invertite, e rigore non assegnato, si sarebbe parlato lo stesso di "sudditanza"?
A conti fatti possiamo prendere il pallottoliere e vengono fuori 2 o al massimo 3 episodi a favore: dov’è questo campionato falsato? Non è eccessivo questo sparare all'Inter? Non ti pare che qualcuno ci stia facendo pagare, mediaticamente, l'essere usciti indenni dalla bufera?

jOeSeVeN ha detto...

io nn do proprio conto a tt queste polemiche xke credo ke dopo tt quello ke e successo sarebbe da fessi rifallo ancora(calciopoli) e poi io mi fido della mia squadra e in particolare del presidente gli altri se vogliono parlare parlassero tanto sempre dietro resteranno!!!!!!